Europa, senza i Verdi non si governa: l’ambiente inizia a contare a Bruxelles

A un mese dalle elezioni, martedì 2 luglio il Parlamento europeo riapre i battenti per iniziare a tradurre in azione politica il voto dei cittadini comunitari, che questa volta hanno penalizzato le tradizionali forze maggioritarie, conservatori e socialisti, premiando le destre, ma anche i liberali e, come non mai, la componente ecologista. I 751 eurodeputati devono Leggi tutto…

L’Unione Europea sta divorando risorse naturali ad un ritmo insostenibile

L’umanità avrebbe bisogno di 2,8 Terre se tutti bruciassero risorse naturali come stanno facendo atualmente i cittadini dell’Ue. Lo dimostra uno studio scientifico (in inglese) studio del World Wide Fund e Global Footprint Network. Gli scienziati affermano che è necessaria un’azione drastica per evitare una crisi globale ed irreversibile. Lo Leggi tutto…

Per le europee, facciamo crescere un’onda verde e civica

Appello

In tanti ci siamo accorti che in Europa c’è una diffusa domanda di qualità della vita, di lavoro; un desiderio di comunità: donne e uomini, lavoratori e studenti, chiedono ai governi di occuparsi del loro futuro e di quello di tutta l’Unione. Ma spesso non trovano risposte perché l’Europa che conosciamo oggi non funziona per tutti.

Chi ha governato l’Unione europea e gli Stati non ha saputo, né voluto, offrire risposte e strumenti efficaci di protezione, sicurezza e riscatto di fronte al disagio vissuto da questa comunità. E poi ci sono i nazionalisti che promettono un cambiamento, ma in realtà negano sfide fondamentali come il cambiamento climatico e le migrazioni. Promuovono la paura, la divisione, l’odio e l’esclusione – e stanno minando i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto.

C’è una necessità che riempie le piazze, che parte dalle associazioni, dai movimenti civici e delle municipalità e diventa un movimento globale che chiede risposte concrete ai problemi quotidiani, e progetti duraturi per un futuro sostenibile. Un bisogno che riguarda anche tante persone non impegnate politicamente perché non si riconoscono in nessuna forza politica attuale, ma sono madri, padri, giovani e anziani.

(altro…)

Ilva. Bonelli-Verdi: dopo condanna Italia governo abroghi immunità penale. Calenda e Di Maio chiedano scusa

“La condanna dell’Italia da parte della Corte di Strasburgo, conferma che il movimento ambientalista e i Verdi avevano e continuano ad avere ragione nel denunciare la violazione dei diritti dei cittadini tarantini nel diritto alla salute e alla tutela dell’ambiente.“ lo dichiara Angelo Bonelli dei Verdi che aggiunge. “In questi Leggi tutto…

Ombre e scorrettezze nella procedura di approvazione dei pesticidi. La denucnia del Verdi Europei

In seguito all’adozione da parte del Parlamento europeo del rapporto della Commissione speciale sulla procedura di autorizzazione dei pesticidi da parte dell’Unione (PEST), la co-presidente dei Verdi Europei Monica Frassoni ha così dichiarato: “È un’ottima notizia quella che ci giunge da Strasburgo: la Commissione speciale PEST – la cui istituzione Leggi tutto…

Un’onda verde anche in Italia?

di Monica Frassoni – Sono certamente molto contenta che anche in Italia ci si cominci a rendere conto del fatto che “l’onda verde” in corso in numerosi paesi europei possa rappresentare una alternativa positiva e perfettamente possibile al declino dei partiti tradizionali e all’ascesa di sovranisti e illiberali vari.
Un’alternativa che può contribuire a contraddire i numerosi “gufi” che danno come certa la conquista dell’UE da parte di forze euroscettiche e reazionarie la prossima primavera. I risultati elettorali in Olanda, Germania, Belgio, Lussemburgo, ma anche in Finlandia, nel Regno Unito, in Irlanda o in Francia, dove i sondaggi hanno ricominciato a premiare i Verdi dopo le rumorose dimissioni dell’eco-star Nicolas Hulot dal governo di Macron, dimostrano chiaramente che non stiamo parlando di opzioni minoritarie o folcloristiche. Dopotutto, quest’onda ha cominciato a montare da un bel po’ prima che in Italia se ne desse conto e prima delle recentissime vittorie; Tarek Al-Wazir, il leader dei Gruenen dell’Assia che oggi hanno raddoppiato i voti, è anche il Ministro dell’economia uscente di quel Land; i Verdi governano con Winfried Kretschmann la regione più industrializzata della Germania, il Baden Wuttenberg, dal 2011; esprimono il sindaco (anzi la sindaca) di Amsterdam e di Valencia, e partecipano con incarichi di primo piano agli esecutivi di 10 Lander tedeschi su 16 oltre a numerosissime città in giro per il vecchio continente, da Parigi, a Madrid e Barcellona. (altro…)