Quei buchi nell’acqua chiamati trivelle #CementoArrichito

Qualsiasi giudizio si possa dare su Cop21, su un punto tutti i commentatori si sono trovati concordi. Il vertice mondiale sul clima, svoltosi a Parigi nelle due prime settimane di dicembre, ha posto una pietra tombale sui combustibili fossili.

Vero che l’opposizione di alcuni Paesi petroliferi, come l’Arabia Saudita, ha impedito che nell’accordo finale comparisse il termine “decarbonizzazione”, ma è pure vero che, se davvero vogliamo anche soltanto provare a contenere l’aumento globale della temperatura “ben al di sotto di 2 gradi Celsius in più rispetto ai livelli pre-industriali” – come si legge nel documento conclusivo –  tutti gli Stati firmatari dovranno impegnarsi sin da subito a trovare alternative energetiche sostenibili.

In altre parole, gli idrocarburi come il petrolio, il carbone in tutte le sue forme, il gas come il metano, sono stati definitivamente buttati fuori della storia dell’umanità.

O non ci sarà futuro per questi combustibili, o non ci sarà futuro per l’umanità. (altro…)