Vai al contenuto

Legge regionale sugli agriturismi, Guarda (EV): “Nella maggioranza tentativo di venir meno ai patti, non lo abbiamo permesso”.

Commenta così la Consigliera regionale di Europa Verde, Cristina Guarda, la modifica alle legge regionale sugli agriturismi approvata oggi a Palazzo Ferro-Fini: “Europa Verde ha lavorato a un proficuo dialogo con le categorie e le forze politiche per evitare quelle modifiche al testo licenziato in commissione, dalle file della maggioranza è partito un dannoso tentativo di togliere agli agriturismi la opportunità di offrire la consegna a domicilio, e quindi la possibilità di sopravvivere in situazioni difficili come lo è stato il lock down.
 
Sono felice di aver contribuito a mantenere la parola data. L’agriturismo incide per il 2% sulla capacità della ristorazione veneta, questo significa che con il provvedimento approvato non si va a creare competizione a danno della ristorazione tradizionale, semmai si stimola il turismo nell’investire grazie alle opportunità che questa legge crea in zone rurali e meno accessibili.”
Conclude Guarda: “Questa legge conforta e sostiene due settori spesso chiamati a notevoli sacrifici e dai quali la nostra regione dipende fortemente: quello agricolo e quello della ristorazione. Da Europa Verde una mano tesa a chi cerca nella nostra istituzione una maggiore attenzione a chi produce cibo in aree rurali, sempre più dimenticate dalla politica.”