Vai al contenuto

Verdi finlandesi e veneti a confronto a Venezia, Guarda e Bruttomesso (EV): “Ricette comuni nel contrasto al cambiamento climatico”.

In occasione della visita a Venezia di Niina Ratilainen, componente filandese del Comitato Europeo delle Regioni e rappresentante dei Greens Filandesi, il co-portavoce regionale di Europa Verde – Verdi del Veneto Enrico Bruttomesso e la consigliera regionale di Europa Verde – Verdi del Veneto, Cristina Guarda, hanno accolto  la rappresentante verde del consiglio comunale di Turku per uno scambio proficuo di opinioni e buone pratiche.
 
Dal confronto è emersa la necessità di rinforzare la  visione comune a livello europeo sulla mitigazione e il contrasto del cambiamento climatico, così come di rafforzare le politiche di coesione e la giustizia sociale. I rappresentanti verdi del Veneto hanno ritenuto costruttivo la condivisione di esperienze e buone pratiche coi partner finlandesi poiché le sfide imposte dal climate change non conoscono confini e necessitano di una risposta a livello globale.  Spiega Enrico Bruttomesso: “Oggi la Finlandia, con un governo composto da:  verdi, sinistra e centro e avendo adottato un Piano di Adattamento ai Cambiamenti climatici, si sta rilevando molto più avanti rispetto all’Italia. La mancanza di una forte componente verde all’interno del Parlamento italiano  pesa, l’Italia fatica a reggere il passo con gli altri Paesi europei in termini di sostenibilità. Infatti lo scorso mese la Commissione europea ha richiamato l’Italia per il mancato recepimento integrale della Direttiva sull’energia da fonti rinnovabili, la quale pone l’obiettivo vincolante del 32% di quote di energia entro il 2030.” 
 
Cristina Guarda spiega come tra i due Paesi vi siano affinità: “Entrambi miriamo all’adozione di politiche concrete, soprattutto per quanto riguarda il bisogno di rendere le nostre città più sostenibili con un potenziamento dei trasporti pubblici e dell’utilizzo della bici. Significativo è stato inoltre l’interesse da parte dei Finlandesi per l’emergenza Pfas in Veneto, la Regione maggiormente colpita a livello europeo. Bene ricordare come in Parlamento europeo la componente dei Verdi/EFA da tempo sostiene fortemente la regolamentazione di queste molecole inquinanti . “
 
Concludono Guarda e Bruttomesso: “L’unione di forze da parte di Verdi italiani e finlandesi può davvero fornire lo slancio necessario ad affrontare le sfide che in questo momento pesano sempre più sulle spalle dei nostri cittadini”.