Vai al contenuto

Proposta modifica LR su prelievo venatorio, Guarda (EV): “La Lega tutelerà gli agricoltori o si prostrerà ai cacciatori?”

Iniziato l’iter di approvazione in terza commissione consiliare del progetto di legge 140, una sostanziale modifica alle vigenti norme per la protezione della fauna selvatica per il prelievo venatorio. Alla luce di una proposta di emendamento della stessa maggioranza, interviene sull’argomento la Consigliera regionale di Europa Verde Cristina Guarda: “Pur di accontentare la lobby dei cacciatori la Lega arriva a contraddire se stessa. Il progetto di legge in discussione della Consigliera Cestaro prevede l’introduzione di maggiori tutele per i terreni agricoli in coltivazione, andando a evitare l’attività venatoria laddove vi siano impianti di irrigazione cosiddetti ‘a vista’, poiché gli spari rischiano molto spesso di danneggiare gli impianti arrecando un danno economico. Posta la mia contrarietà in generale all’attività venatoria all’interno delle aree private, ritengo che questo provvedimento possa soddisfare, con notevole ritardo, una richiesta di tutela che giunge dal mondo agricolo. Peccato che la stessa maggioranza ora intenda intervenire sulla sua stessa proposta di legge con un emendamento che limiterebbe l’applicabilità dello stesso divieto limitandolo alle sole aree coltivate munite di appositi cartelli a carico dei proprietari. E’ evidente come questo emendamento sembri favorire ancora una volta chi pratica l’attività venatoria a discapito di chi produce cibo nella nostra regione. Da un punto di vista prettamente politico il messaggio che passa è quello di una Lega disposta a contraddire se stessa pur di non sottrarsi ai desiderata della solita lobby dei cacciatori. Quando questa maggioranza prenderà in considerazione la tutela degli interessi di tutti i suoi cittadini e non solo quelli di una piccola parte?“