Tempo fino al 31 maggio 2022 per escludere il proprio terreno dalla caccia

Fondo sottratto alla caccia in Veneto

Dopo lunga attesa ci siamo: ecco lo schema della procedura e i link di approfondimento.

Per non compiere errori, leggi tutte le informazioni ufficiali, che questo articolo non intende sostituire. Le info si trovano nella delibera di Giunta n. 226 del 08/03/2022 e relativi allegati, scaricabili a questo link: bit.ly/bur35

Ricorda che non è ammessa l’integrazione di documenti in un secondo momento e che va presentata una singola domanda per ogni provincia all’interno della quale ricadono i fondi. La scadenza è il 10 maggio. La nuova scadenza è il 30 maggio 2022. È stata infatti accolta la richiesta di proroga che presentata in Regione. (aggiornamento del 16 maggio 2022)

Purtroppo la Regione del Veneto non ha saputo individuare una modalità capace di semplificare la vita dei cittadini per esercitare un diritto sulla loro proprietà.

La procedura in sintesi

1. ISCRIZIONE ALL’ANAGRAFE DEL SETTORE PRIMARIO

Vai in un centro autorizzato CAA (es. Coldiretti, Acli, Confagricoltura o Avepa) che aprirà il tuo fascicolo aziendale Avepa. Non serve avere la partita Iva.

2. RECUPERO DELLA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

L’elenco dei documenti è al punto 3 del documento scaricabile qui: Dgr_226_22_AllegatoA_472143.pdf

3. COMPILAZIONE DELLA DOMANDA IN AUTONOMIA O PRESSO CENTRO AUTORIZZATO

A) IN AUTONOMIA: accedi tramite SPID sul sito di Avepa, dove va compilato il modulo “Venat”.

B) IN CENTRO AUTORIZZATO: le associazioni di categoria citate sopra ti caricheranno la domanda e i documenti richiesti. Il servizio potrebbe essere a pagamento.

 

Avevamo già raccolto le domande più frequenti in quest’altro articolo.

 

PS: ti ricordiamo che esiste anche un altro modo per sottrarre le tue proprietà all’esercizio della caccia, cioè istituire il “fondo chiuso” (art. 15 della legge n. 157/1992 s.m.i.). Maggiori info a questo link: bit.ly/fondochiuso

Volantino esclusione terreno caccia 2022