Non c’è transizione ecologica senza api

“Dalla sopravvivenza delle api dipende il 70% della nostra produzione agricola. Anche il Veneto agisca per garantire la tutela degli insetti impollinatori”.

Cristina Guarda, Consigliera regionale di Europa Verde, interviene sul tema delle api denunciando i rischi legati alla loro scomparsa: “Gli insetti impollinatori, in particolar modo le api, stanno scomparendo dai nostri paesaggi, questo anche a causa dell’impiego massiccio di: pesticidi, erbicidi e fungicidi. A questo si aggiungono le devastanti alterazioni a causa dell’impronta antropica (per esempio l’eccessiva cementificazione) così come la siccità, gli incendi ed eventi meteorologici estremi.

Insomma stiamo perdendo quella biodiversità necessaria anche alla sopravvivenza dell’uomo. Non possiamo dimenticare che le api sono responsabili dell’impollinazione di circa l’84% delle 264 specie coltivate in Europa e che contribuiscono alla sopravvivenza di ben 4.000 specie vegetali insieme agli insetti impollinatori come bombi, farfalle, falene e sirfidi. Ricordiamo inoltre che proteggere questi insetti e la biodiversità delle nostre terre contribuisce al mantenimento dei servizi ecosistemici, indispensabili alla nostra capacità di resilienza di fronte al rischio di insorgenza e diffusione di nuove malattie infettive.”

Per scongiurare la possibile estinzione di questi insetti Guarda afferma che: “È stata lanciata l’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) denominata “Save Bees and Farmers – Salviamo Api e Agricoltori”, grazie ad una rete di oltre 140 ONG ambientali, organizzazioni di agricoltori e apicoltori, sindacati, fondazioni di beneficenza e istituzioni scientifiche distribuite in tutta l’Unione europea, che lavorano insieme per conciliare agricoltura, salute e biodiversità, perché la protezione delle persone, delle api e degli agricoltori devono andare di pari passo. L’obiettivo è quello di raggiungere il milione di firme affinché la Commissione Europea sia ufficialmente tenuta ad esaminare le richieste avanzate e proporre atti legali vincolanti per gli Stati membri per l’implementazione degli obiettivi delle Strategie UE “Farm to Fork” e “Biodiversità”.

Conclude Guarda: “Europa Verde sostiene e promuove nelle varie regioni questa iniziativa. Per questo ho presentato una risoluzione in Consiglio regionale, sottoscritta dai colleghi di minoranza, affinché il Veneto espliciti il suo impegno a favore della tutela della biodiversità e delle api sostenendo l’iniziativa dei Cittadini Europei, e al fine di 

impegnare l’Assessore regionale con delega all’Agricoltura a farsi portavoce di tali istanze presso la Commissione europea, nonché i Ministeri e le Commissioni del nostro Paese. Non può esistere transizione ecologica senza il riconoscimento del ruolo degli insetti impollinatori e una manifesta tutela della esistenza.”