No a Olimpiadi del mattone. Mibact impedisca costruzione hotel lusso

Europa verde: No a Olimpiadi del mattone. Mibact impedisca costruzione hotel lusso Roma, 20 lug. (LaPresse) – “Il progetto di costruire un mega hotel sul Passo Giau è irricevibile. Siamo di fronte all’ennesimo teatrino all’italiana, quello di chi, pur in presenza di una struttura sottoutilizzata, viene colto dalla brillante idea di realizzarne un’altra, senza curarsi di impatto ambientale e paesaggistico e di arginare un consumo di suolo che, nel nostro Paese, costa 2 metri quadrati ogni secondo. Aderiamo, quindi, all’appello promosso da numerose associazioni ambientaliste del territorio, chiedendo al MiBACT di esprimere parere negativo ed escludere qualsiasi intervento edilizio con forte impatto ambientale”. Così, in una nota, Luana Zanella, componente della Direzione Nazionale di Europa Verde-Verdi e Paolo Perlasca di Europa Verde-Veneto, che proseguono: “Già tempo addietro, abbiamo espresso la nostra contrarietà al progetto del cosiddetto Carosello delle Dolomiti che, con la giustificazione di voler ripopolare il territorio in vista delle Olimpiadi invernali del 2026, aggredisce un sito patrimonio UNESCO con un’imponente opera di cementificazione di questo angolo di paradiso”. “Mentre la crisi climatica, figlia dei comportamenti scriteriati dell’essere umano, continua a erodere il futuro, non è possibile avallare la realizzazione di un ecomostro che desta preoccupazione anche dal punto di vista idrogeologico. Faremo quanto in nostro potere per opporci alle ‘Olimpiadi del mattone’ e a un intervento, la realizzazione di un hotel 5 stelle gran lusso, in un’area tutelata da Valutazione di Incidenza Ambientale. Per farlo, – concludono Zanella e Perlasca, – siamo pronti anche a chiedere simbolicamente il ritiro del riconoscimento UNESCO all’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura”.