Piano rifiuti, presentato progetto di legge affinché il Veneto non soccomba alla spazzatura

“Presentato il progetto di legge di Europa Verde per finanziare sfuso, vuoto a rendere ed eco-compattatori contro l’abbandono della plastica.”

La Consigliera regionale di Europa Verde, Cristina Guarda, ha presentato oggi in Commissione Ambiente il Progetto di legge regionale che interviene su una questione sempre più prioritaria: la riduzione dei rifiuti.

“Solitamente il tema rifiuti in Veneto lo si affronta solo quando i cittadini insorgono contro la creazione di nuove discariche o linee di incenerimento. Dobbiamo invece concentrarci in una visione a lungo raggio capace di lavorare su progetti di riduzione del rifiuto. Con il progetto di Europa Verde si riporta al centro l’importanza di agire soprattutto sulla riduzione dei rifiuti solidi urbani, plastica e secco.”

“La nostra proposta – continua Guarda – prevede il finanziato di punti vendita di prodotti sfusi o alla spina, sostenendo anche le attività commerciali che si doteranno di uno spazio dedicato ai prodotti sfusi. Inoltre propongo veri e propri contributi alle imprese che attiveranno sistemi di restituzione degli imballaggi, come il vuoto a rendere, e ai Comuni che si muniranno di eco-compattatori: strumenti utili a favorire il riciclo riducendo il volume di bottiglie di plastica, flaconi di detersivi e lattine di alluminio.” 

“L’esperienza tedesca in materia ci insegna come gli eco-compattatori, prevedendo anche benefit per chi ne fa uso, rappresentino una importante occasione per educare e stimolare i cittadini a svolgere la raccolta differenziata, oltre che uno stimolo nel non abbandonare i rifiuti.” 

Conclude Guarda: “Di fronte all’impegno di tanti cittadini attivi nella raccolta di rifiuti, o delle tantissime iniziative promosse da comitati e associazioni, è evidente come agire politicamente prevenendo la produzione di questi rifiuti sia la strada maestra per dimostrare la nostra riconoscenza nei loro confronti e lavorare in vera sinergia!”