Vai al contenuto

Torna il simbolo dei Verdi in Parlamento, una sfida anche per il Veneto

“Auguro un ottimo lavoro a Rossella Muroni, Alessandro Fusacchia e Lorenzo Fioramonti che assieme hanno dato vita al nuovo gruppo parlamentare.”

La Consigliera regionale di Europa Verde, Cristina Guarda, interviene sull’importante novità nel panorama politico e istituzionale: ”I Verdi tornano in Parlamento dopo 13 anni di assenza grazie ad un gruppo di deputati di grande competenza, l’obiettivo sarà quello di perseguire e replicare qui gli obiettivi e i risultati ottenuti dagli altri partiti ecologisti in Europa. L’ecologia è un presupposto fondamentale sia di rilancio della nostra economia sia di riscatto per il nostro Paese. Alla conferenza nazionale di lancio del neonato gruppo si è parlato del modello veneto: l’esperienza dei pfas e il rafforzamento di politiche per la salvaguardia del territorio quali azioni prioritarie verso un futuro più sostenibile. L’esperienza veneta dei Pfas conferma l’importanza di un soggetto politico che sia forte nelle priorità ecologiste, partendo appunto dai territori. Ecco perché la connessione regionale, nazionale ed europea dei Verdi è urgente.

In vista del Congresso nazionale che si svolgerà nei prossimi mesi, la sfida più importante che come partito affronteremo sarà quella di rilanciare l’impegno ecologista nel nostro Paese,  confrontandoci e coinvolgendo le nuove generazioni, le associazioni del territorio e i portatori di un modello di sviluppo moderno e più sostenibile.

La nostra casa rimarrà aperta a tutti coloro che credono fortemente in un mondo più sostenibile ed equo, che guardano con interesse al messaggio che Papa Francesco ha diffuso attraverso la sua enciclica Laudato Sì”.