Capitali criminali

Pubblicato da Riccardo Bottazzo il

La pandemia si sta rivelando un terreno fertile per le attività mafiose. La grave crisi di liquidità in cui sono precipitati tanti imprenditori veneti, sia grandi che piccoli, ha spalancato le porta all’ingresso di CAPITALI CRIMINALI. Questo sta avvenendo in tutto il Paese ma in particolare nel nostro Veneto, dove sopravvive una imprenditorialità diffusa che è sempre stato vista come una “terra di conquista” dalla criminalità organizzata. In questo panorama, preoccupano le spinte politiche, soprattutto provenienti dalla destra, che mirano a deregolamentare il settore, chiedendo, in nome di un mal interpretato concetto di “ripresa economica”, di abbassare i controlli antimafia ed i vincoli sulle speculazioni. Una preoccupazione sottolineata anche dall’Europa che ha denunciato il rischio che i finanziamenti comunitari vengano gestiti dalla mafia. 

Con GIANFRANCO BETTIN ed il giornalista MAURIZIO DIANESE, presidente del Centro documentazione e inchiesta sulla criminalità organizzata del Veneto, parleremo di questo assalto mafioso all’economia regionale

VENERDI’ 22 MAGGIO alle 18,30,

in diretta dalla nostra pagina Fb e dal nostro canale You Tube. 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *