Ecco le nostre candidate ed i nostri candidati per le politiche del 4 marzo!

Pubblicato da Riccardo Bottazzo il

Anamaria Del Grande 

Candidata al Senato plurinominale Veneto 01 (Venezia, Treviso, Belluno e Rovigo)

Anamaria Del GrandeSono laureata in Scienze della Comunicazione a San Paolo, Brasile. In Italia ho frequentato Ipotesi Cinema – scuola non scuola- di Ermanno Olmi. Ho lavorato anche con i registi, Giorgio Diritti, Giovanni Columbu, Wilma Labate, Giorgio Pressburger.
Mi interesso e partecipo da anni al mondo della disabilità, motoria e sensoriale, toccando con mano varie situazioni.
Come donna, come cittadina, sono attenta all’ambiente, alla lotta contra la violenza alle donne, ai bambini. Sono a favore della legge per l’eutanasia.

 


Pierapaola Bortolami

Candidata al Senato plurinominale Veneto 02 (Verona, Padova e Vicenza)

Nasce a Padova il 29 giugno1943, docente di Storia dell’Arte – Disegno Geometrico – Educazione  Artistica.  Artista di fama internazionale, ha partecipato a concorsi ed esposizioni, è conosciuta a Padova per il monumento ai Caduti di Cefalonia e Corfù. Da sempre attiva nel mondo femminista  e dell’associazionismo aderisce nel 1968  con Piero Brombin ai mov i menti internazionali della “Radicals Architectur”.
Nel 1970 Co-costituisce il gruppo CAVART (letteralmente : Arte delle Cave) organizzando incontri tra gli abitanti dei Colli Euganei e i movimenti ambientalisti attuando  eventi, spettacoli,  studi sulle tematiche paesaggistiche,   I Colli Euganei erano luoghi devastati dall’estrazione di trachite e pietra da calce (circa 80 le cave), contribuendo  alla loro chiusura e alla nascita del Parco.
N el 1973, vince il 1° Premio Nazionale  per l’Ecologia ris ultando il primo gruppo in Italia ad aver usato l’arte a difesa del paesaggio,  con le seguenti motivazioni : “Per aver affrontato un tema attuale qual è quello  prospettato  dal dramma Ecologico con l’arte”.
Ha contribuito alla nascita dei Verdi a Torreglia (PD). Consapevole che ogni gesto diventa scelta di vita continua con passione a realizzare con progetti artistici avvenimenti a sostegno dell’ ambiente, della cooperazione culturale, della pace e del sociale.


Massimo “Mao” Valpiana

Candidato al Senato plurinominale Veneto 02 (Verona, Padova e Vicenza)

Massimo "Mao" ValpianaGiornalista. Cofondatore delle Liste Verdi, è stato consigliere comunale a Verona dal 1985 e poi consigliere regionale del Veneto fino al 1995. Obiettore al  servizio e alle spese militari, è da sempre impegnato nel Movimento Nonviolento, di cui è stato presidente nazionale. Membro del Comitato scientifico della Fondazione Alexander Langer Stiftung, dirige la rivista “Azione nonviolenta”. Ha 62 anni (ma non li dimostra).
Facebook: pagina Mao Valpiana
Twitter: @MaoValpiana
Instagram: maovalpi
Blog: maovalpiana.wordpress.com


Franca Marcomin

Candidata alla Camera plurinominale nel Collegio Veneto 1-01 (Venezia città metropolitana e 11 Comuni del trevigiano), Veneto 2-02 (Vicenza e provincia) e 2-03 (Verona, Rovigo)

Franca Marcomin
Ecofemminista, ostetrica da molti anni, durante i quali ho aiutato donne che hanno partorito nelle loro case, mi sono impegnata per una legge sul parto e sulla nascita dolce. Ho avuto incarichi amministrativi nei Verdi, il primo nell’85 al Comune di Venezia, poi lasciato a metà mandato a un’altra donna per rotazione. Ho militato in molte associazioni di donne: contro il nucleare dopo Chernobyl, contro la guerra durante il conflitto yugoslavo e attualmente in “Preziose”, che opera per trasmettere i saperi delle donne e sostenere il loro desiderio di governo. Sono stata Presidente della Consulta delle cittadine del Comune di Venezia, facevo parte di Medicina Democratica quando nel mio territorio abbiamo aperto il primo ambulatorio per stranieri e appartengo a “Donne e uomini in cammino”, gruppo di incontro tra credenti e femministe, che ha scritto a Papa Francesco per dare sostegno all’Enciclica Laudato si’. Sono co-curatrice del testo “L’ecofemminismo in Italia” edito nel 2017.


Neda Furlan

Candidata alla Camera plurinominale nel Collegio Veneto 2-01 (Padova e provincia) e Veneto 2-02 (Vicenza e provincia)

Neda Furlan

Sono nata e abito a Mestre; ho conseguito la laurea in lingue e letterature straniere a Ca’ Foscari e dopo aver lavorato presso l’ICCROM (Centro Internazionale di Studi per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali) a Roma su un interessante progetto di ordinamento delle collezioni audio-visive dell’Istituto, dal 1991 ho iniziato a lavorare come bibliotecaria a Venezia occupandomi delle varie attività legate alla biblioteca: catalogazione, reference, acquisti, organizzazione di seminari, convegni, mostre e attività culturali. Grazie al mio lavoro, che amo moltissimo, ho imparato che le biblioteche sono luoghi in cui l’accesso alla conoscenza è libero ed è per tutti. Le biblioteche, infatti, sono veri spazi democratici a disposizione dei cittadini, hanno una forte connotazione sociale e sono “luoghi sociali” di inclusione e di forte coesione sociale.

Categorie: News

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *